Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Giro 2018Con una settimana di ritardo causa i mondiali di calcio, parte domani da Verbania la 29.ma edizione del Giro d’Italia Femminile che nel solco di una tradizione ormai consolidata vede anche quest’anno la nostra Federazione impegnata nel cronometraggio e nella stesura delle classifiche.

 

 Il giro si dipanerà su 10 tappe complessive e l’abbrivio sarà una spettacolare cronometro a squadre di 15 Km., tutti sulle strade di Verbania-Pallanza che si specchiano nel Lago Maggiore.

 

 A differenza della scorsa stagione quest’anno le salite non mancheranno. Ci sarà addirittura una cronoscalata di 15 Km con oltre 1000 mt di dislivello.

 

 Ma la ciliegina sulla torta verrà messa nella nona tappa che ha in programma la durissima scalata dello Zoncolan, dalla parte più dura, che è esattamente quella affrontata nell’ultimo Giro d’Italia, che ha visto primeggiare Chris Froome col tempo di scalata di 39’58”.

Il record appartiene però a Gilberto Simoni che nel 2007 fece registrare uno strepitoso 39’03”.

 Il confronto a distanza e la curiosità di scoprire con che tempo le Donne riusciranno a domare l’arcigna montagna, così come successe un paio d’anni fa con il Mortirolo, altro mostro sacro, sarà il thrilling della nona tappa.

 Nelle crono è previsto il live-timing e come sempre le classifiche con il finish dell’arrivo saranno pubblicate su ciclismo.ficr.it

 

 

Sergio Conte