Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

retro podio nuoto loano 6mtx3mtSabato 1 e domenica 2 dicembre si è svolto a Loano (SV) il Campionato Italiano in vasca corta FINP. Manifestazione di rilevanza internazionale nel mondo del nuoto paralimpico, infatti è stata riconosciuta dall’organismo IPC (International Paralympic Committee) per permettere agli atleti di registrare i loro migliori tempi a livello mondiale

Al primo evento del genere ospitato in Italia ed organizzato in collaborazione con il Comitato locale “La Rete”, hanno preso parte 33 società con 115 atleti per un totale di 310 presenze gara in rappresentanza di 12 regioni, numeri sicuramente al di sopra delle attese.

Nelle tre sessioni di gara svolte si sono realizzati i seguenti primati:

7 Record del Mondo

Giulia Ghiretti (GS Fiamme Oro / Ego Nuoto Parma): 50 farfalla S5 con 52"09; Antonio Fantin (Aspea Padova): 50 stile libero S5 con 31"51 e 100 stile libero S5 con 1'07"54; Vincenzo Boni (GS Fiamme Oro / Caravaggio Sporting Village): 100 dorso S3 con 1'45"96; Monica Boggioni (AICS Pavia Nuoto): 100 stile libero S5 con 1'23"89; Carlotta Gilli (GS Fiamme Oro / Rari Nantes Torino): 100 stile libero S13 con 59"30 e 100 farfalla S13 con 1'03"92.

6 Record Europei

Alessia Scortechini (CC Aniene): 50 farfalla S10 con 29"91 e 100 farfalla S10 con 1'07"36; Riccardo Menciotti (CC Aniene): 50 dorso S10 con 27"32; Federico Morlacchi (PolHa Varese): 100 rana SB8 con 1'09"99; Simone Barlaam (PolHa Varese): 50 farfalla S9 con 27"61 e 100 stile libero S9 con 54"85.

I primati sono stati certificati dalla Federazione Italiana Cronometristi composta da una squadra di 11 cronometristi delle Associazioni di Genova e Savona cha hanno garantito il servizio di cronometraggio automatico per mezzo di piastre di contatto supportato dal rilevamento manuale. Grazie alla gestione del servizio di segreteria gli spettatori hanno potuto leggere in diretta i record realizzati sul tabellone alfanumerico a nove righe posto sul piano vasca posizionato al lato opposto della gradinata permettendo la visualizzazione del nome degli atleti abbinati alle prestazioni.

 

Giovanni Miccichè (FICr – ASD Genova)