Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Paganella FICrLa Paganella Ski Area ha ospitato per il sesto anno consecutivo la Coppa Europa femminile di sci. Le migliori specialiste del massimo circuito continentale sono tornate a misurarsi sul pendio della pista Olimpionica 2: le atlete erano all’incirca 85 sia il primo giorno di gara, giovedì 13 dicembre, che il secondo, venerdì 14 dicembre. 

La Coppa Europa è l’occasione per le giovani promesse dello sci di fare esperienza a livello internazionale; come in Coppa del Mondo gli atleti raccolgono punti, secondo il sistema del punteggio FIS, in cinque discipline (discesa libera, super gigante, slalom gigante, slalom speciale e supercombinata).

Questa quarta tappa della Coppa Europa 2018/2019 è stata cronometrata dall’Assokronos trentina che ha predisposto un team di 7 persone, di cui una a metà pista per i tempi intermedi. I tempi delle atlete nelle due giornate sono stati registrati dal REI2 e le ragazze potevano leggerli nei nuovi tabelloni THS dove oltre al tempo e al pettorale compariva il loro nome. Le classifiche erano live sul sito ufficiale della Ficr e, inoltre, è stata predisposta la grafica televisiva dal team crono di arrivo.

La polacca Maryna Daniel Gasienica ha dominato le due giornate di gara, ma anche l’atleta italiana Roberta Melesi ha realizzato un ottimo piazzamento: 4° posto il giovedì e 5° posto il venerdì. Il primo giorno di gara ha visto ben 4 atlete italiane in buone posizioni ( Sandulli 11°, Zenere 13°, Bertani 14° e Cillara 15°), mentre il giorno dopo sono slittate dopo la 15° posizione.

Quest’anno la skiarea si è aggiudicata anche il gigante di Coppa Europa maschile che doveva essere in Val di Fassa. I partecipanti internazionali sono stati all’incirca 90 nei giorni 17 e 18 dicembre. L’Assokronos nel primo giorno di gara ha potuto far salire sul podio due italiani: Andrea Ballerin con solo 4 centesimi di stacco si è aggiudicato il 2° posto, mentre Simon Mauberger con un +0.23 si è attestato al terzo posto; vince invece la competizione Noger Cedric (Svizzera) con un tempo di 2:08.46. La buona prova del team Italia è completata dal quinto posto di Borsotti Giovanni, dal quindicesimo di Hannes Zingerle e dal diciassettesimo di Roberto Nani. 

Martedì invece tutto il podio si colora della bandiera norvegese con in testa Braathen Lucas con un tempo di 2:06.13. Ballerin si posiziona 6° con un +0.34, Zingherle è 7° e Borsotti 9°.

 

 

Laura Romio

Assokronos Trentina