Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La mille miglia dei cronometristiLA MILLE MIGLIA DEI CRONOMETRISTI RACCONTATA ATTRAVERSO LE IMMAGINI - FOTOGALLERY 2019

 

Quest'anno abbiamo deciso di raccontare la Mille Miglia dei nostri cronometristi attraverso una raccolta di scatti. Una Fotogallery dedicata ai nostri CRONOS, che nonostante il tempo uggioso, non hanno perso un passaggio! Vi regaliamo tutte le loro emozioni, il loro entusiasmo e il grande spirito di sacrificio che contraddistingue i cronometristi di ogni età.

Grazie a tutti per aver reso anche questa edizione 2019 la corsa più bella del mondo.

 

Emanuela Grussu

Comunicazione & Marketing FICr

 

 

 

La Mille Miglia 2019 si conclude con la vittoria di Giovanni Moceri e Daniele Bonetti del Team Alfa Romeo. Il duo a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 SS del 1928 – di proprietà del Museo Alfa Romeo di Arese – ha conquistato così la trentasettesima rievocazione storica, totalizzando 74752 punti. Moceri, medico palermitano, e Bonetti, giornalista bresciano, hanno avuto la meglio sul Team Villa Trasqua, l’equipaggio composto dai due bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini che, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929, hanno totalizzato 73611 punti. In terza posizione, con 72786 punti, Juan Tonconogy e Barbara Ruffini, a bordo di una Bugatti Type 40 del 1927, la coppia detentrice del titolo dello scorso anno.

COPPA DELLE DAME

Ad aggiudicarsi la Coppa delle Dame, riservata al primo equipaggio femminile, la Aston Martin 2 Litre Speed Model del 1937 del duo composto dalla bresciana Silvia Marini e Francesca Ruggeri, piazzatosi al 34esimo posto complessivo, con 53766 punti.

TRA LE CURIOSITA'

 

I nostri cronometristi hanno fotografato da più postazioni i passaggi dei due giudici di MasterChef, Carlo Carlo e Joe Bastianich.  E' l’italo-americano che, assieme a Luca Pascolini, su una Healey 2400 Silverstone E-Type del 1950 a chiudere al 135esimo posto. Cracco invece, assieme a Carlo Fonti, a bordo di una Lancia Aurelia B20 GT 2000 del 1951, ha chiuso al 277esimo posto.

Il noto imprenditore digitale Riccardo Pozzoli, che ha partecipato alla “corsa più bella del mondo” con Maurizio Aiolfi su una Fiat 508 C Balilla 1100 Berlina del 1938, ha chiuso in 89esima posizione.