Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
nuoto2Si è svolto lo scorso fine settimana, a partire da sabato 18 maggio, la XV edizione del “Trofeo Polisportiva Palermo Memorial Mimmo Ferrito”, gara di nuoto Master inserita nel Circuito Nazionale Supermaster.
 
L’evento, annullato nel mese di Ottobre, è stato recuperato dagli organizzatori e ha dato via ad un tripudio di emozioni.
 
Quattro sessioni di gara che hanno visto all’opera 360 Atleti provenienti da tutti gli angoli della Sicilia e alcuni anche dal continente.
Teatro dell’evento, la vasca da 25 metri della Polisportiva Palermo.
Sono state ben 20 le Società presenti; quella maggiormente rappresentata -ovviamente-  la Polisportiva Mimmo Ferrito che è anche la Società organizzatrice, detentrice del titolo di Campione d’Italia 2018, a seguire la Polisportiva Nadir e la Waterpolo Palermo.
Ricco il programma gare: a sugggellare l’inizio, subito pronti gli 800 stile libero nella mattinata di sabato.
 
Il pomeriggio, invece, segna il Nuovo RECORD Italiano ed Europeo nella mistaffetta 4x200 stile libero con il tempo di 8:27:97.
A siglare l’impresa eccezionale, il quartetto di atleti della Polisportiva Mimmo Ferrito composto da Antonino Trippodo, Giulia Noera, Ilenia Zizzo e Franco Pozzi.
In un mutismo reverenziale da parte di atleti, tecnici e platea, si sono vissuti 8 minuti difficilissimi e trepidanti. Gli Atleti, soli nella loro competizione, in una vera lotta contro il tempo, non hanno lesinato cuore e muscoli per aggiudicarsi l’ambìto e prestigioso Record Italiano ed Europeo.
Signori del Tempo, artefici di questo importante risultato, i cronometristi della Ficr Palermo: Vincenzo di Gangi, Francesco Noto, Alessandro Prestifilippo ed Andrea Pisciotta. Avvalendosi del sistema automatico a capo di un Ares V2, e di cronometraggio manuale, hanno siglato e certificato questa eclatante impresa.
Un altro tassello importante per la nostra associazione che rinnova l’importanza -qualora ce ne fosse bisogno- dell’operato e della professionalità della Ficr tutta. 
 
 
Adriana Spinoso