Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

aRTICOLOcORVO2019A distanza di 69 anni dalla prima edizione del giro di Sicilia in moto, da questa mattina fino a domenica 6 ottobre, la Sicilia orientale e parte di quella centrale sarà attraversata da numerose moto d’epoca per la “2ª Rievocazione storica del giro motociclistico di Sicilia”.

Ad ispirare gli organizzatori, Salvatore Ingardia e Girolamo Di Giovanni, entrambi appassionati di moto storiche, è stato il ritrovamento, in provincia di Trapani, di una Moto Guzzi GTCL del 1938, rimasta intatta nel tempo con apposta la targa originale di partecipazione all’unica gara di regolarità del “Giro Moto 1950” e che rappresenta una delle 10 costruite per le competizioni.

Gli organizzatori sono riusciti a coinvolgere ben 9 club dislocati in tutte le province della Sicilia: Club Auto e Moto d’Epoca “Francesco Sartarelli”, Veteran Car Club “Panormus”, Circolo Auto e Moto d’epoca “Vincenzo Florio”, Asvs (Associazione siciliana veicoli storici), “Paul Chris” Automotoclub, Samo Club, Circolo “Dell’antico Pistone”, Veteran Car Club “Ibleo”, Circolo “Veicoli Storici Titani di Trinacria”.

La manifestazione di moto storiche è stata iscritta nel calendario nazionale Asi (Autoclub Storico Italiano), essendo stata ritenuta dalla Commissione Moto non solo di particolare interesse storico ma anche di elevato valore sociale e culturale nonché di rilevanza nazionale ed internazionale.

Numerosi sono i partecipanti provenienti da diverse nazioni europee e da diverse regioni d’Italia che si apprestano a percorrere le vecchie strade che da Palermo conducono a Messina, tagliando da Gioisa Marea, andando su per i Nebrodi e poi giù verso Ragusa, toccando le località etnee per poi raggiungere Caltanissetta.

La manifestazione è stata divisa in 4 tappe in cui i 50 partecipanti visiteranno località di incomparabile bellezza.

Questa mattina ha preso il via la 1ª tappa presso il “Teatro Massimo” di Palermo, poi le moto hanno toccato le località di: Ficarazzi, Santa Flavia, Trabia, Termini Imerese e Cefalù dove la carovana è attesa per il pranzo presso un noto locale della zona, per poi ripartire nel primo pomeriggio alla volta del santuario di Tindari, dove è prevista una sosta e terminare la giornata a Gioisa Marea.

Domani alle 8:30 si partirà per la 2ª tappa da Gioiosa Marea, per poi toccare le località di: Roccella Valdemone, Giardini Naxos e Taormina in cui il gruppo pranzerà, per poi concludere la lunga giornata ad Acireale dove si svolgerà un concorso di eleganza con abiti d’epoca.

Sabato 5 alle 8:30 inizierà la 3ª tappa che da Acireale condurrà a Ragusa dove, dopo aver pranzato, i motociclisti si appresteranno ad affrontare una prova cronometrata con partenza alle ore 15 presso Largo San Paolo a Ragusa Ibla ed arrivo in contrada Nunziata nei pressi del Foro Boario. A rilevare i tempi e stilare le classifiche finali saranno i cronometristi dell’Asd “Hyblea” di Ragusa sempre pronti a scendere in strada nelle manifestazioni di grande prestigio. Finita la prova la carovana si trasferirà a Caltanissetta per partecipare ad una serata di gala.

Domenica 6 sarà la volta della 4ª ed ultima tappa, dopo la partenza da Caltanissetta le moto raggiungeranno le località di: Blufi, Alimena, Caltavuturo e Trabia dove qui è prevista la sosta per il pranzo, la consegna di targhe ricordo e i saluti da parte degli organizzatori a tutti i partecipanti.

 

Filippo Corvo (Asd Cronometristi “Hyblea” – Ragusa)