Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

firma accordoOneOceanPanathlon1Anche il Panathlon International condivide e si impegna per la salvaguardia dei mari e degli oceani.

 

Martedì 10 dicembre 2019 il Presidente del Panathlon International Pierre Zappelli insieme al Vice Presidente Esecutivo e legale rappresentante di Once Ocean, dott. Riccardo Bonadeo firmeranno un Accordo di Collaborazione nel quale il Panathlon si impegna non solo a sottoscrivere ma anche a collaborare per la divulgazione della “Charta Smeralda”: un codice etico che ha la finalità di sensibilizzare l’opinione pubblica e tutti gli operatori per affrontare i problemi più pressanti degli oceani e degli ecosistemi marini e costieri, e che è teso a definire ambiti di intervento concreti, immediati e focalizzati alla risoluzione dei problemi.

 

La Charta Smeralda è rivolta principalmente agli amanti del mare e a chi vive il mare per sport e per passione, alle strutture che ne promuovono e supportano l’attività.

 

Il Panathlon International che è un movimento internazionale con la finalità di affermare l’ideale sportivo e i suoi valori etici e culturali quale strumento di formazione ed elevazione della persona, di solidarietà e di pace fra gli uomini e i popoli, non poteva rimanere indifferente a questa iniziativa.

 

È così nata l’idea, promossa dal Club Panathlon di Mestre e dal Governatore Panathlon dell’Area Veneto Giorgio Chinellato, Vice Presidente della Federazione Italiana Cronometristi, di sottoscrivere un accordo per collaborare a proteggere e a tutelare i nostri Mari ed Oceani, madri e culle del nostro Pianeta e della nostra vita, e anche delle attività sportive che in essi si svolgono.

 

Una iniziativa veramente importante che ha anche l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sulla situazione attuale e sui rischi che corre il nostro ecosistema marino e costiero, ambiente dal quale dipende anche la nostra sopravvivenza. Rapallo, sede del Panathlon International, ma anche tantissime città e porti di tutto il mondo, hanno già avuto la dimostrazione della violenza e dei danni enormi che gli squilibri degli ecosistemi possono causare.

Da oggi tutti i Panathlon Club del mondo si impegneranno a promuove politiche ambientali nel rispetto dei nostri mari e del pianeta. All'atto della firma presenti anche il Vice Presidente della Regione Veneto Gianluca Forcolin e la Presidente del Consiglio Comunale di Venezia Ermelinda Damiano.

 

 

firma accordoOneOceanPanathlon2

 

 firma accordoOneOceanPanathlon