Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

1gazzetta 4 genn minIl Presidente dell'Associazione Cronometristi di Mantova, Sandro Pontoni,  ha condiviso con noi l'articolo di Alberto Fortunati pubblicato a tutta pagina sulla Gazzetta di Mantova in cui si parla dell'attività dei cronometristi con una "passione senza età".

 

Fonte: Gazzetta di Mantova del 4 gennaio 2019

Articolo: Alberto Fortunati

MANTOVA. Come Robin Williams ne “L’attimo fuggente” Sandro Pontoni ha trascorso gran parte dei suoi 64 anni invitando amici e collaboratori a «guardare le cose da un’altra angolazione» e probabilmente proprio come il professor Keating ha saputo celebrare l’essenza dell’insegnamento del padre Gino, imprenditore alla Delux con mamma Lina sin quasi a 90 anni. Pontoni è l’anima dal 2016 dell’associazione cronometristi “Giovanni Vergani”, fa parte della Federazione Italiana, l’unica affiliata al Coni e riconosciuta dal Comitato Italiano Paralimpico; inoltre gestisce il cronometraggio per tutte le discipline sportive dove il rilevamento del tempo fa classifica. L’Associazione di Mantova è una delle 106 che sono dislocate su territorio nazionale. Nell’anno appena concluso sono state coperte circa 130 giornate di gare per un totale di circa 3.300 ore di servizio svolte da 39 cronometristi.
LE ORIGINI
Nel 1924 Ugo Delaini fondò la sezione mantovana dei Cronometristi e iniziarono i primi riscontri ufficiali di velocità e medie su quello che ai tempi era un meraviglioso circuito, quello di Belfiore. Erano gli anni di Tazio Nuvolari. Certo non erano i tempi di trasponder, di fotocellule, di computer e di tutti gli altri marchingegni che ora pullulano nelle cabine di cronometraggio, ma anche allora le classifiche erano impeccabilmente preparate. Nel dopoguerra l’attività riprese alla guida di Nelson Vigna, ma fu sotto la presidenza di Giovanni Vergani che la sezione di Mantova consolidò la struttura dando continuità all’attività del cronometraggio. Il successore, Franco Gentilini, con Gnaccarini e Boselli, diede continuità al lavoro di Vergani. Toccò poi ad Arnaldo Mantovani traghettare l’Associazione nell’era moderna, aprendo l’attività con servizi di cronometraggio in tutta Italia. Mantovani diventò vicepresidente Nazionale prima e Presidente Regionale. Alla guida dell’Associazione si sono succeduti il compianto Sergio Vernizzi, Vito Zampolli, Stefano Maioni, Walter Bocchi, ancora Mantovani, Mario Capelli e, ad oggi, Pontoni. il premio più bello L’Associazione Cronometristi Giovanni Vergani ha ottenuto nel 1995 dal Coni la stella d’oro al merito. Fra le partecipazioni più prestigiose, l’associazione può vantare dal 1990 la gestione del cronometraggio per il Trofeo Nuvolari di regolarità, riservato alle auto storiche. Di rilievo anche la partecipazione alle gare di gokart svoltesi al circuito di Lonato al servizio di rilevamento tempi anche per i campionati mondiali della disciplina. I cronomen mantovani sono inoltre presenti alla Mille Miglia di regolarità per auto storiche, ai campionati Italiani e alle competizioni internazionali di canoa sul Lago Inferiore e ai campionati Europei di minimoto.
LA SCELTA DI VITA
Sandro Pontoni ha diviso la sua attività nell’associazione in due periodi distinti: quello “passivo” («Seguivo esclusivamente gli eventi più prestigiosi e per i quali davo la mia disponibilità») e quello “attivo” («Ora alla guida dell’associazione ho imparato ad avere la cura dei dettagli per fare in modo che il nostro gruppo, nonostante le inevitabili problematiche legate alla presenza degli addetti»). Due fasi dell’attività che si sono unite senza sforzo. l’amore eterno Pontoni adora lo sport perché lo sport è nato insieme a lui e dopo una carriera da calciatore anche al Carpi in C («Quanti diverbi con l’allora arbitro Facconi...») l’amore crebbe in lui con forme tanto impreviste quanto avvincenti, ad esempio quando Pontoni responsabile delle campagne pubblicitarie del Mantova in C2, C1 e serie B grazie allo studio Sappilo! insieme al socio Adolfo Caruso, un passato da attore con Ilona Staller e un presente da docente di meditazione in Spagna. In ossequio al cuore biancorosso Pontoni ha dovuto rimetterci di tasca sua più di una volta, ma è acqua passata e lui non ci vuole pensare anche se il danno è stato a sei cifre, in euro. Pontoni è di quelli che vivono soprattutto di passione, che hanno trovato prima nell’amicizia e poi nello sport due aspetti fondamentali della propria esistenza. «Sono orgoglioso dei miei ragazzi - sottolinea - come sempre accade puntiamo nei prossimi mesi ad ottenere nuove adesioni per il necessario ricambio generazionale». i corsi L’associazione “Giovanni Vergani” organizza a breve il nuovo corso ufficiale per Allievi nella sede del Coni di Mantova in via Dario Tassoni n. 12. Per iscriversi o per informazioni, senza impegno, è possibile inviando una e-mail a crono.mantova@ficr.it specificando il nome, l’indirizzo di posta elettronica, il numero di telefono ed il comune di residenza. Il corso è completamente gratuito e vi possono partecipare tutti i cittadini italiani che hanno residenza o domicilio nella provincia di Mantova, di età non inferiore ai 16 anni né superiore ai 65 anni. Superato il corso si diventa Allievi cronometristi e si riceve una tessera Federale che consente di essere designato per i singoli eventi.
IL SOGNO
Per il presidente provinciale i progetti devono obbligatoriamente passare da una profonda revisione dell’approccio alla disciplina sportiva: «Spesso, non solo da noi, ci si domanda come snellire l’organizzazione e ci siamo resi conto di come sia necessario bandire le proprie convinzioni per guardare lontano. È dura ma bisogna guardare le cose in altro modo». Capitano, mio capitano...