Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

LogoRallyRomaDopo lo strepitoso successo sportivo e mediatico ottenuto lo scorso anno, ritorna il Rally di Roma Capitale dal 24 al 26 luglio. A competere nelle 2 tappe previste, lungo gli 813 km di percorso di cui 197 kilometri di Prove Speciali, si sfideranno piloti di risonanza nazionale e mondiale provenienti da circa 24 nazioni.

 

Nell'ambito della stessa Manifestazione, verranno assegnati i titoli dei primi appuntamenti dell'anno 2020 per il FIA European Rally Championship e per il Campionato Italiano Rally (CIR Gara 1 e 2). Inoltre l'evento vedrà lo svolgimento del Rally Stars Roma Capitale, gara riservata alle WRC+ che aprirà la manifestazione con una gara nella gara, con classifica a parte, con la partecipazione dei piloti Daniel Sordo e Pierre-Louis Loubet. Nel Rally Nazionale vi sarà l'esordio di una vettura ibrida, la Suzuki Swift Sport Hybrid.


Una parte del percorso di gara e delle Prove Speciali coinciderà nelle due giornate anche per l'assegnazione dei titoli della 42^ Edizione del Rally di Pico, noto per essere il rallie più longevo del Lazio, e valido per la Coppa Rally di Settima Zona e per il 1° Memorial Battista Giammasi per ricordare un giovane navigatore scomparso nel marzo scorso.

 

Il coordinamento del servizio FICr è stato affidato dal Presidente Federale Gianfranco Ravà a Carlo Chinappi dell'ASD Cronometristi di Roma, in qualità di Direttore del Servizio di Cronometraggio, mentre l'Elaborazione dei Dati e la responsabilità del Centro Classifiche al Consigliere Federale Roberto Ferrando dell'ASD Cronometristi di Savona, coadiuvato da Federico Baldi dell'ASD Cronometristi di Livorno.

 

Alle Prove Speciali, i Controlli Orari e gli altri punti di rilevamento e cronometraggio sarà impegnato per la certificazione del timing ufficiale un nutrito numero di cronometristi facenti parte delle Associazioni di Roma, Frosinone e Viterbo.

 

Come annunciato lo scorso mercoledì 15 luglio nel corso della conferenza stampa di presentazione, il Rally di Roma Capitale 2020 si svolgerà a porte chiuse e non si disputerà la Prova Spettacolo, che lo scorso anno si è corsa sul lungomare di Ostia. La partenza è prevista da Castel Sant'Angelo alle ore 19:00 di venerdì 24 luglio, quando si svolgeranno anche la qualifying stage e lo shakedown.

 

Per noi la gara sarà a porte chiuse nel senso che nessuno spettatore potrà accedere alle zone del rally, il cui accesso sarà regolato da aree di controllo triage per verificare lo stato di salute - ha commentato Max Rendina, ideatore dell’evento -. Non abbiamo previsto aree pubblico sulle Prove Speciali, e chi si troverà nei pressi delle stesse, come i residenti, dovrà mantenere un comportamento responsabile, indossare mascherine anche se all’aperto, mantenere il distanziamento sociale ed evitare assembramenti. Torno a ripetere che l’impegno televisivo e streaming sarà molto importante, quindi garantiremo la copertura per poter seguire il Rally di Roma Capitale da casa. Certo, sarà un rally diverso da come siamo abituati a ricordarlo, ma se saremo uniti e collaborativi oggi, potremo tornare quanto prima alla normalità anche nell’ambito del motorsport”.

 

Sul sito ufficiale del Rally (https://www.rallydiromacapitale.it/) sarà reso noto l’importante palinsesto di dirette streaming e collegamenti TV che coinvolgerà i canali social Eurosport ed ACI Sport oltre alle emittenti RAI Sport, Eurosport e MS Motor TV.

 

Il pubblico di appassionati potrà seguire tutti i risultati e le classifiche aggiornate in tempo reale sul sito internet federale http://rally.ficr.it

 

 L.C.