Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

2020 Articolo Settecolli pngAgosto 2020 - Ripresa delle attività di Cronometraggio di Nuoto - Impressioni di un Crono

Signore e Signori, benvenuti allo Stadio del Nuoto di Roma.  La Federazione Italiana Nuoto è lieta di darvi il benvenuto alla 57ema Edizione del Trofeo Settecolli – Frecciarossa -  Campionato Italiano Assoluto Open….

Queste parole, pronunciate da Luca Rasi, Speaker Ufficiale di tutte la manifestazioni organizzate dalla FIN, hanno tolto ogni dubbio…E’ tutto vero! Si è tornati alla realtà delle gare! 

Le parole : “ Virus; Pandemia; Lockdown; improvvisamente sono passate in secondo piano lasciando il posto alla stupenda realtà della splendida cornice del Trofeo Settecolli! 

Per un cronometrista, non poter cronometrare è profondamente avvilente e frustante, perciò poterlo fare di nuovo è semplicemente fantastico! In realtà, la ripresa era già iniziata timidamente il 18 Luglio u.s. , con i Campionati di Salvamento e proseguita poi, con le gare dei Campionati Regionali di Categoria , ma il tutto si era svolto in modo quasi surreale. Abbiamo infatti, imparato a muoverci con accortezza, utilizzando le mascherine, mantenendo il distanziamento e sanificando tutti gli spazi gara; in un’atmosfera ovattata, quasi come in un sogno. 

La magica atmosfera del Settecolli ha definitivamente spazzato via tutto! La tensione, la concentrazione per  certificare correttamente le prestazioni di simili Campioni si era ricreata nuovamente unita alla soddisfazione di esserci…Emozioni che solo un Crono può provare! 

Si pensava che quest’anno il Settecolli sarebbe stato un po’ sottotono invece, improvvisamente  hanno iniziato a fioccare i record Europei, Italiani e Mondiali stabiliti non solo grazie alle superlative prestazioni delle grandi stelle del nuoto italiano come:  Pellegrini, Paltrinieri, Scozzoli, Sabbioni, Burdisso Miressi, Martinenghi e tutti gli altri campioni che sarebbe troppo lungo elencare qui,  ma anche dai ragazzi del Nuoto Paralimpico che hanno dato lustro alla manifestazione con il loro impegno e con prestazioni  eccezionali, come dimostrato dai  numerosi nuovi record di categoria stabiliti

Fare il Cronometrista a queste manifestazioni ti fa anche assaporare il privilegio di essere a contatto con figure importanti non solo del mondo sportivo : Barelli ( Presidente FIN ) insieme al suo inseparabile amico Gianfranco Ravà…e poi giornalisti della RAI e della carta stampata, responsabili degli Assessorati allo Sport,  atleti in attività oppure che hanno smesso da poco e che ci ricordano e salutano con grande trasporto . Con tutti loro negli anni, si è stabilito un rapporto di affetto e di stima come ad esempio con  il responsabile delle Nazionali di Nuoto, Cesare Butini, il quale si è intrattenuto a lungo con noi Cronos per descriverci le grandi difficoltà che tecnici ed atleti hanno dovuto superare per mantenersi in forma durante il Lockdown. Le piscine, ci ha detto,  soprattutto nel Nord Italia erano chiuse quindi non è stato facile seguire i ragazzi. Alcuni, infatti, hanno patito molto , mentre altri invece sono andati oltre le più rosee aspettative. Impossibile non notare  lo stato di forma di Federica Pellegrini,  di Gregorio Paltrinieri ( nuovo record europeo! ) e soprattutto di Benedetta Pilato che ha vinto il titolo italiano stabilendo il nuovo record mondiale sui 50 Rana Juniores. Questi risultati hanno ripagato atleti e tecnici  degli sforzi e sacrifici compiuti,  restituendo la caratteristica di  manifestazione pre-olimpica che sempre ha avuto il Settecolli. 

Butini, inoltre, esprimeva anche a Noi di www.cronoroma.it  la speranza e l’incertezza di poter veramente andare alle Olimpiadi di Tokio perché : “ - Il Sette Colli 2020, abbinato al Campionato Assoluto Open, deve essere interpretato come una fase di passaggio dal periodo di stop forzato all’apertura verso la nuova stagione agonistica che si preannuncia densa di impegni agonistici: Campionati Europei, Giochi Olimpici, Universiadi, Europei e Mondiali di vasca corta” .

Purtroppo ciò che afferma Butini è verissimo perché l’incertezza resta, il virus non è affatto scomparso e non concede la possibilità di lavorare sereni.  A questo proposito, è importante ricordare l’impegno della nostra Associazione di Roma che,  in collaborazione con la FIN, si è distinta per le precauzioni messe in atto per il rispetto delle norme anticontagio : mascherine, sanificazioni continue e soprattutto il distanziamento, hanno comportato non poche difficoltà organizzative per consentire agli atleti, e nel caso dei ragazzi disabili, anche ai loro accompagnatori,  ai Giudici di Gara ed ai cronometristi di poter svolgere ognuno il proprio compito mantenendo la corretta distanza di sicurezza. 

Si parlava di : “ Impressioni di un Crono “… Non è semplice descrivere cosa si prova, a ricominciare dopo un momento storico così duro e difficile; un periodo che ha rivoluzionato il modo di vivere di tutti Noi e che è costato la vita di tantissime persone, purtroppo anche tra Noi Cronometristi. 

Proprio per questo hanno lasciato il segno le bellissime parole pronunciate dalla Di Liddo, nella sua intervista a RAI Sport : - “  L’unica strada da percorrere è quella della fiducia e della speranza.…  Queste manifestazioni;  il gareggiare di nuovo per la vittoria donano a tutti Noi,  forza, fiducia e coraggio a pensare che il peggio sia passato e che possiamo guardare avanti sicuri che tutto andrà per il meglio…”    

A.S.D.Cronometristi Roma

R. Tosti -  Addetto Stampa

F. De Angelis – Consigliere Direttivo

Roma :  Agosto 2020