Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Tommy4Sabato 29 agosto la Tommy One della Tommy Racing Team Offshore Powerboat con ai comandi Maurizio Schepici e Giampaolo Montavoci ha realizzato al primo tentativo il record mondiale di velocità offshore sulla lunga distanza lungo le 65 miglia della tratta Messina - Vulcano- Messina con il tempo di 51’54” alla media di 139,17 km/h.

Lasciata la base del Marina Yachting Club intorno alle 9:30, la barca ha preso il via da Punta Faro alle 9:46:19 per farvi ritorno dopo 51’54” salutata dalla bandiera a scacchi agitata dal Presidente UIM e GAISF Dott. Raffaele Chiulli, giunto per l’occasione in riva allo Stretto.

Nonostante un inizio difficile a causa delle condizioni meteomarine meno favorevoli del previsto, fino ad un metro d’onda per il vento di Scirocco, Schepici e Montavoci non hanno mollato un attimo riuscendo a tenere una media di 70/75 miglia orarie nei tratti più difficili per spingere fino a 105 dove il mare era più favorevole e rimanendo così ben al di sotto dell'ora.

Orgoglio tutto italiano la Tommy One, barca realizzata nei Cantieri Metamarine e motorizzata con due motori Seatek biturbo diesel da 10.300 cc di cilindrata; orgoglio ancor più messinese, non solo per le origini di Maurizio Schepici che tanto ha inseguito questo record in acque siciliane, ma anche perché il team della Tommy One si avvale della collaborazione del laboratorio di Progettazione Nautica e Industriale del Dipartimento UniMe di Ingegneria.

A certificare i tempi il Presidente dell'ASD Cronometristi “P.Pizzi" di Messina Domenico Sarlo e i cronos Dario Corrieri e Lorenzo Sarlo.

 

 

Mariaclara Freni

Addetto Stampa

ASD Cronometristi “P. Pizzi” Messina