Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L’Associazione Cronos Laudense, cioè della città di Lodi, è nata nel secolo scorso…nel 1995. Un gruppo di 11 intrepidi cronometristi dell’Associazione di Milano, tra cui un ex-presidente, l’intraprendente Vittorio Gattuso, videro nella nascita della neo-provincia di Lodi un’opportunità da non lasciarsi sfuggire: creare una nuova base territoriale e un nuovo fulcro di diffusione dell’attività cronometristica. Gattuso, uno dei più conosciuti cronometristi del nord-Italia ha ricoperto la carica di Presidente fino alla fine del 2007, quando in assoluta coerenza con i suoi insegnamenti ed il suo stile, ha voluto che fossero i “giovani” a prendersi carico della conduzione e della gestione dell’Associazione, abbattendo da subito le barriere generazionali ed offrendo proprio ai nuovi arrivati la possibilità di ricoprire ruoli interessanti. Alla stessa stregua anche il vice-presidente Njela Babelegoto ha volontariamente lasciato il “posto” permettendo il rinnovo completo delle cariche. L’obiettivo è sempre stato quello di una formazione continua sia negli ambiti spiccatamente operativi che gestionali. Oggi, quindi, alla guida dei “cronos” di Lodi c’è Fabio Cascianelli, arrivato in prestito dall’associazione di Sulmona e poi definitivamente entrato nell’organico lodigiano. Fabio è cronometrista esperto, ha fatto parte della Scuola di cronometraggio a stretto contatto con Luca Gattuso (figlio di Vittorio, ndr.) ed ha improntato il proprio “modus operandi” in continuità con il suo  predecessore, vale a dire cercando collaborazione a tutto campo, senza farsi ingabbiare dalla rigidità dei ruoli. Fortunatamente l’Associazione Cronos Laudense risulta tra quelle con età media più bassa, grazie anche alle nuove leve tra cui ricordiamo la famiglia Manca (papà Raffaele, Marco 19 anni e Luca 17 anni), Lucia Campagnol, ecc.

La storia dell’Associazione Cronos Laudense è quella di una “cenerentola” che presiede un territorio, quello della “bassa” (Pianura Padana), che quanto più è adatto alla tradizione contadina per la calma  dell’orizzonte pianeggiante, tanto più si allontana dalla conformazione oro-geografica necessaria a molte delle gare in cui è richiesto il nostro servizio. Per cui oltre a quelle poche gare di nostra pertinenza, siamo chiamati in tutta la Lombardia e spessissimo nella confinate Emilia per: rally, auto-storiche, nuoto, minimoto, motonautica, pugilato,ecc. Abbiamo imparato presto ad essere una vera associazione di servizio, pronta a dare tutto l’apporto necessario alle nostre “sorelle” più fortunate dal punto di vista della disponibilità di gare.

Sviluppiamo le nostre competenze soprattutto nella ricerca di metodologie che incrementino il valore aggiunto delle nostre prestazioni non solo tramite l’utilizzo di buone attrezzature, ma soprattutto offrendo servizi aggiuntivi come: pubblicazione su web, centro classifiche, ecc. ciò anche per far fronte alla crescente concorrenza di società private che da alcuni anni hanno iniziato ad occupare il settore del cronometraggio. Due dottori Commercialisti ed un Ingegnere gestionale si occupano dei conti, di bilanciare sempre quella lama di rasoio che è la differenza tra le entrate e le uscite, e di garantire la possibilità di perpetrare nel tempo la nostra Associazione. Il “materiale” è invece settore di pertinenza indiscussa di Andrea Gazzola e Lucia Campagnol, una vita dedicata a viti, cacciaviti, caveria, perette e bananine; se le attrezzature funzionano lo dobbiamo a loro. Claudia Imparato e Luca D’Agostino si impegnano invece nell’ingrato compito di designatori, fanno fronte alle richieste e gestiscono i rifiuti e le “defaillance” dell’ultimo momento. Viene poi Mauro Imparato, quello che deve scrivere: le relazioni tecnico-morali, i bilanci preventivi e consuntivi, gli articoli per Cronos, ecc.

Ma prima di accomiatarci, cari colleghi, mi piace ricordare che l’Associazione Cronos Laudense organizza ad ottobre ogni anno la “Caccia al Tesoro di regolarità”, una gara aperta ai cronos tutti e che vuole essere un momento di aggregazione e divertimento. Un saluto a tutti i “cronos” d’Italia.