Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si è conclusa con un abbraccio tra Marco Runfola e Pietro Gandolfo, piloti delle vetture che hanno conquistato i gradini più alti del podio del Fabaria Rally, l’ottava ed ultima prova speciale della manifestazione sportiva.

Marco Runfola, accompagnato sul sedile di destra da Marco Pollicino, si è aggiudicato il primato di ben sei delle otto prove speciali, conquistando per la prima volta l’ambito titolo del rally agrigentino, a bordo di una Skoda Fabia S2000 della Island Motorsport. “Dopo il secondo posto dello scorso anno proprio alle spalle di Gandolfo - ha dichiarato il pilota cefaludese - è giunto finalmente il primo gradino del podio, merito anche dell’eccellente vettura messami a disposizione dalla PA Racing e con la quale ho creato subito il giusto feeling”.

Al secondo e al terzo posto sul podio rispettivamente le coppie Gandolfo - Ruecker, con una Peugeot 207 S2000, e Brusca - Midulla, su una Peugeot 106 Trinacria Racing.

Fuori troppo presto Pollara per un incidente e Morreale per un guasto al motore. Assente invece Di Benedetto, vincitore di ben quattro delle precedenti edizioni del Fabaria.

Una gara che come ogni anno non è venuta meno allo spettacolo promesso, non solo grazie alla partecipazione dei piloti, ma anche a tutto lo staff - organizzatori, cronometristi, commissari di percorso - che hanno curato in maniera egregio la logistica della manifestazione.


(Alice Natalello ASD Kronos Agrigento)